Riso Flora e le ricette dell'inverno

Con Riso Flora Risotti, Timballi e Minestre

L’eccellente qualità del Riso Flora si combina ai sapori tipici dell’inverno per ricette gustose e saporite.

13 Gennaio 2012 – L’inverno è la stagione perfetta per cimentarsi in cucina nella preparazione di piatti unici, caldi e di “sostanza” come gustosi risotti, sfiziosi timballi o corroboranti minestre.

In base alle ricette e agli ingredienti utilizzati è necessaria una particolare tipologia di riso e Riso Flora soddisfa questa esigenza proponendo nella sua variegata gamma il Carnaroli, l’Arborio, il Timballi&Arancini e il Ribe.

Quattro varietà di riso, diverse per consistenza dei chicchi, comportamento in cottura e sapore, selezionate con cura da Flora e provenienti dalle migliori risaie al 100% italiane.

Versatile e gustoso il riso è un alimento sano, leggero e ricco di proprietà nutritive, ideale anche per la preparazione di deliziosi dolci.

Riso Flora - Carnaroli

Il Riso Carnaroli è il più pregiato dei risi italiani: i suoi chicchi sono grandi e consistenti, con una buona capacità di assorbimento unita ad una equilibrata perdita di amido durante la cottura.

Dal sapore unico e impareggiabile, il Riso Flora Carnaroli è perfetto per risotti densi, cremosi, come il risotto con gli asparagi e il risotto con zucca e provola affumicata, due piatti ideali per le fredde serate invernali.

Riso Flora – Arborio

Il Riso Arborio è il più amato dei risi italiani e ampiamente utilizzato in cucina per i suoi chicchi lunghi, grossi, dalla forma semitonda e dalla struttura corposa. Ideale per risotti straordinariamente mantecati - sublime il connubio con i funghi porcini – è perfetto anche per esaltare preparazioni di dolci.

Flora lo ha selezionato con cura sottoponendolo a rigorosi controlli in tutte le fasi del processo produttivo, per garantire chicchi integri e perfetti ed una cottura omogenea.

Riso Flora – Timballi&Arancini

Timballi&Arancini di Flora è un riso dai chicchi piccoli, tondi, con aspetto perlaceo ed una eccezionale capacità di assorbimento: l’ingrediente ideale per la superba preparazione di timballi, minestre, crocchette ed arancini.

Di varietà Originario, è attentamente selezionato e sottoposto a controlli in ogni fase del processo produttivo per garantire un alimento sano, leggero e gustoso, ricco di proprietà nutritive, dai chicchi integri, perfetti e da una cottura compatta.

Riso Flora - Ribe

Il Riso Ribe è il più versatile dei risi italiani: i suoi chicchi corposi e affusolati, dalla struttura ben compatta, consentono l’eccellente riuscita di svariate ricette, dalle più semplici a quelle più elaborate. Ottimo da gustare in risotto con le erbette, con il radicchio ma anche con i carciofi.

RICETTE

RISOTTO AGLI ASPARAGI   per 4 persone – preparazione 25 minuti

350g di Riso Flora Carnaroli
½ cipolla
15-18 asparagi
2 noci di burro
Brodo, parmigiano grattato, olio, sale

Preparazione: Tagliare gli asparagi a tocchetti, eliminando la parte bianca e più dura. In una casseruola, far imbiondire la cipolla tritata in un filo d’olio ed una noce di burro, poi aggiungere gli asparagi. Dopo qualche minuto, versare il riso e lasciarlo tostare 3 minuti; coprire completamente con il brodo e aggiungerlo man mano che evapora. A fine cottura (circa 16 minuti), togliere la pentola dal fuoco, unire il burro rimasto e il parmigiano e far mantecare il tutto. Suggerimento: prima di portare in tavola e dopo aver aggiunto il burro e il parmigiano per la mantecatura, coprire la casseruola con un telo di lino o cotone per un paio di minuti.

 

RISOTTO AI FUNGHI PORCINI per 4 persone – preparazione 40 minuti

360g di Riso Flora Arborio
1 cipolla
3 porcini di media grandezza
2 noci di burro
parmigiano grattato, ½ bicchiere di vino bianco secco, brodo, prezzemolo, olio, sale

Preparazione: Pulire i funghi porcini e affettarli finemente. In una casseruola con un filo d’olio e una noce di burro, far imbiondire la cipolla tritata. Aggiungere i funghi e lasciarli cuocere per circa 5 minuti, mescolando di tanto in tanto. Versare il vino. Versare il riso e farlo tostare per 3 minuti, poi coprire completamente con il brodo e aggiungerlo di nuovo man mano che evapora. Dopo circa 14 minuti, togliere la pentola dal fuoco, unire il burro rimasto e il parmigiano e far mantecare il tutto. Spolverare con del prezzemolo tritato e servire in tavola ben caldo.

 

ARANCINI SICILIANI per 4 persone – preparazione 1 ora e 30 minuti

350g di Riso Flora Timballi&Arancini
100g di manzo tritato
250g di pomodori pelati
3 uova
60g di caciocavallo, 1 bustina di zafferano, pangrattato, cipolla, vino bianco, olio, sale, pepe

Preparazione: Lessare il riso, scolarlo al dente e condirlo con il formaggio grattato, i rossi delle uova e lo zafferano. Nel frattempo far soffriggere la cipolla in un tegame con l’olio e aggiungere il manzo tritato. Sfumare con il vino bianco e una volta evaporato, aggiungere nel tegame il pomodoro, il sale e il pepe. Lasciare andare a fuoco basso fino alla fine della cottura. Prendere il riso che avete lasciato raffreddare, raccogliere una cucchiaiata nel palmo di una mano dandogli una forma a conca, dentro alla quale versare il sugo che è stato preparato prima – non esagerare con il ripieno. A questo punto chiudere il tutto con altro riso in modo da formare con il composto ottenuto, la forma di un’arancia. Ripetete questo procedimento con tutti gli arancini. Una volta pronti, passarli nell’uovo sbattuto e nel pangrattato poi friggerli in olio bollente.

 

RISOTTO RADICCHIO E PROVOLA per 4 persone – preparazione 30 minuti

300g di Riso Flora Ribe ,
200 g di radicchio rosso,
150 g di provola affumicata,
40 g di burro,
1 l di brodo vegetale,
1/2 cipolla,
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine,
1/2 bicchiere di vino bianco secco, sale.

Preparazione: Pulire il radicchio. Trevisano o di Chioggia, togliendo le foglie rovinate, lavarlo e tagliarlo a listerelle. Sbucciare la cipolla, lavarla e tritarla finemente. Prendere la provola, togliere la crosta e tagliarla a lamelle. Versare l’olio in un tegame, fare appassire la cipolla senza lasciarla colorire, unire metà radicchio, farlo rosolare per un minuto, aggiungere il riso e farlo rosolare per 1-2 minuti, mescolare con un cucchiaio di legno. Bagnare quindi con il vino, lasciarlo evaporare a fuoco vivace, versare poco alla volta il brodo bollente, continuare la cottura a fuoco moderato per 15-18 minuti, mescolare ogni tanto, unire a metà tempo il radicchio rimasto e regolare di sale se necessario. Togliere dal fuoco il risotto ancora morbido e al dente, amalgamare il burro a pezzetti e la provola a lamelle, farlo riposare per qualche istante a tegame coperto.